Editoria: ‘la Certezza del Variabile’ di Eligio Trevisi per Memori

askanews

Eligio Trevisi(ASCA) – Roma, 20 nov – Il ‘diagnosticatore di bisogni’ Eligio Trevisi, mette a punto un compendio frutto dell’esperienza professionale ultra-trentennale. La casa editrice Memori pubblica infatti ‘La certezza del Variabile’, un vademecum per qualsiasi imprenditore di se stesso che voglia impadronirsi di tecniche e psicologia della vendita e della relazione, in altri termini del ”come indurre ad agire di libera scelta”.

Sono semplici e schematici consigli pratici cui fare costante ricorso mentale nella pianificazione del successo della propria impresa, nella gestione delle risorse umane con cui si collabora, per accompagnare il processo di acquisto e di vendita: la vendita di servizi, di prodotti tangibili, ma anche semplicemente di una ‘motiv-azione’ di un proprio collaboratore. Quelle di Trevisi sono idee e concetti universali e preziose, raggruppati in un compendio facilmente consultabile, valido supporto per l’organizzazione di meeting a tema. Il libro infatti contiene tanti moduli fac-simile, diversi esercizi fra cui il ‘Vademecum’ per una ‘vendita eccellente’, volti ad allenare a ‘determinare’ i risultati e non a ‘subirli’ – spiega Trevisi – fino a raggiungere la ‘certezza’ del ‘variabile’ rendendo cosi’ concreta e misurabile la teoria.

Trevisi nasce nel 1951 a Casalgrande, un piccolo paese della provincia reggiana ove vive e lavora tuttora.

Entusiasta, curioso, appassionato ed eclettico, si forma come ispettore sinistri nel campo delle assicurazioni.

Nel 1981 entra in Banca Fideuram dove, per oltre un decennio, ricopre diversi ruoli manageriali con delega alla selezione e formazione e gestione dei collaboratori. Fedele alla stessa azienda da ormai trentadue anni, segue oggi un consistente e qualificato parco clienti attraverso un’organizzazione del tutto personale e pioneristica della professione di Private Banker/Consulente Finanziario.

‘Diagnosticatore di bisogni’ – come ama definirsi – e appassionato di fotografia, considera le domande e l’ascolto la sua pellicola a raggi infrarossi per fotografare cio’ che e’ imprescindibile per una consulenza eccellente: i ‘bisogni latenti’.

ram

 

 

(leggi tutto)>>